Cos’è l’HTML, qual’è la sua storia e quali sono le sue applicazioni pratiche?

L’HTML, Hypertext Markup Language (letteralmente: linguaggio a marcatori per ipertesti) è uno standard web fondamentale nella piattaforma web.

Storicamente nasce come linguaggio utilizzato per descrivere semanticamente il markup di documenti pubblicati nel World Wide Web (inizialmente documenti scientifici). Il suo design flessibile ha reso possibile, nel corso degli anni, un progressivo adattamento. Attualmente l’HTML è utilizzato per descrivere siti web, applicazioni e altri tipi di documenti.

HTML = HTML5? Si, perché l’HTML5 è l’ultima versione ufficiale dell’HTML, pubblicata dal W3C nel 2014. Inoltre, la parola HTML5 è spesso utilizzata per riferirsi a molte nuove tecnologie che lavorano in stretta sinergia con l’HTML5.

Breve storia dell’HTML

Per i suoi primi 5 anni di vita (1990-1995) l’HTML è stato sottoposto a varie revisioni ed estensioni, principalmente sviluppate al CERN e poi al IETF.
Con la creazione del W3C lo sviluppo dell’HTML ha nuovamente cambiato sede subendo ulteriori variazioni (HTML 3.0, 3.2, HTML4)

Nel 1998 i membri del consorzio decisero di fermare l’evoluzione dell’HTML ed iniziare a lavorare su una versione basata sul linguaggio XML chiamata XHTML. Seguirono poi XHTML 1.0 e XHTML2 (quest’ultimo non compatibile con l’HTML e XHTML).

L’idea che l’evoluzione dell’HTML doveva essere riaperta e presa in considerazione saltò fuori ad un convegno del W3C del 2004 ma fu cestinata, perché non in linea con la precedente decisione del W3C riguardo all’evoluzione del web.

Poco dopo, Apple, Mozzilla e Opera annunciarono l’intento di continuare a lavorare sull’HTML; si riunirono e formarono il WHATWG basato sui seguenti principi:

  • Compatibilità retroattiva delle tecnologie web
  • Le specifiche scritte e le implementazioni dei browser devono combaciare
  • Standard dettagliati e approfonditi per garantire un’interoperabilità senza dover effettuare vari reverse-engineering
  • Inserire nell’HTML5 le specifiche HTML4, XHTML1 e DOM2 HTML.

Nel 2006 il W3C dimostrò pubblicamente il suo interesse a partecipare allo sviluppo dell’HTML5 e nel 2007 formò un gruppo dedicato alla collaborazione con il WHATWG.

Per molti anni i due gruppi lavorarono in sinergia ma verso il 2011 si capì che loro scopi erano troppo differenti…

  • Il W3C voleva una versione dell’HTML5 definitiva
  • Il WHATWG preferiva sviluppare un Living Standard dell’HTML (quindi mantenere ed aggiornare continuamente la specifica piuttosto che congelarla)

Nel 2019, il WHATWG e il W3C hanno firmato un accordo di intesa per collaborare a una singola versione dell’HTML. 💖🥂🍾

Note sul design e sulla struttura dell’HTML

Dobbiamo ammettere che l’HTML a prima vista può sembrare inconsistente e con una struttura non molto omogenea.
Questo è in parte vero ma deve essere preso in considerazione che:

  1. L’HTML supporta molte tecnologie al suo interno come le DOM APIs, i CSS, ecc.
  2. L’HTML è stato sviluppato nel corso di diversi decenni (~1990 – 2020) da diverse persone con differenti priorità e molto spesso non si conoscevano neanche lontanamente.

Estensibilità intrinseca dell’HTML

Gli autori (noi programmatori, designer, blogger, ecc.) possiamo estendere l’HTML in molteplici modi:

  • Attraverso l’attributo class possiamo estendere ed effettivamente creare i nostri componenti personali.
  • Possiamo includere dati negli elementi HTML attraverso gli attributi data-*-“”
  • Possiamo usare l’elemento <meta name=”” content=””> per includere ulteriori dati nella pagina.
  • Possiamo definire relazioni tra i vari documenti HTML attraverso l’attributo rel=”” nei link.
  • Possiamo aggiungere dati grezzi e script esterni con il tag <script type=””>
  • Possiamo creare plugins e invocarli tramite l’elemento embed.
  • E possiamo anche inserire microdati per descrivere le nostre pagine (itemscope, itemprop, ecc)

Quali sono le applicazioni dell’HTML?

In questo interessante video che ti consiglio di vedere mostro dove l’html viene utilizzato nel web

Per approfondire

L’HTML5 vive anche grazie alla sua sinergia con altre tecnologie e altri standard. Se vuoi approfondire i vari aspetti dell’HTML5 ti lascio dei link alla specifica. Se hai qualcosa di interessante da aggiungere pubblica un commento 😉

Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *